Condividi su:

Progetto Artimbanco di teatro e territorio, arte e rigenerazione urbana per trasformare luoghi ordinari della città in spazi culturali e temporary young.

Teatro e performance fuori dagli spazi artistici propri

Temporary Young è un progetto Artimbanco che aggrega artisti e giovani creativi attorno ad un’idea di intervento artistico sul territorio, di trasformazione dello spazio urbano, apparentemente ordinario e privo di bellezza, in uno spazio culturale.

Temporary Young è il naturale sviluppo di  “Youth, il futuro, l’arte e noi“, progetto di Artimbanco realizzato nell’anno 2019 – 2020 che ci ha portato alla creazione di un gruppo di  lavoro integrato tra varie competenze e che, nel corso dell’anno, ha lavorato sulla città attraverso un’ analisi dello spazio urbano di Cecina (LI), una serie di interviste fatte ai cittadini sui ricordi e sulle emozioni legate ad un particolare vicolo della città, la realizzazione di un video poetico su spazio reale/spazio del desiderio.

Con questo progetto la scuola di teatro Artimbanco, che da sempre si è occupata di didattica e formazione teatrale, vuole aprirsi ad un progetto multidisciplinare che sia fruibile fuori dagli spazi culturali dell’arte e del teatro. Ogni spazio può diventare temporary cultural e temporary young ovvero può essere vissuto e abitato in un modo creativo fuori dal suo uso comune, pensiamo ad una piazza, un sottopasso, un parcheggio, un’area ex industriale, una stazione etc. Temporary young è un progetto che ha per noi un forte valore sociale, promuove l’incontro tra cittadini e le relazioni umane e artistiche.

Obiettivo del progetto è poter realizzare nel 2021 alcune azioni creative nel territorio di Cecina e Rosignano Marittimo per attrarre l’attenzione su alcuni spazi della città inutilizzati o sottoutilizzati e farli vivere come luoghi di incontro e di gioia, attivare ricordi felici in una città che spesso respinge e non aggrega. Per fare questo occorre realizzare:

  • incontri pubblici, sharing lab, in cui coinvolgere e raccontare il progetto ai cittadini,
  • due azioni performative / eventi sul territorio,
  • un video documentario poetico sul tema desiderio/realtà, il futuro che vorrei.

Le risorse della nostra campagna sono finalizzate a realizzare queste tre azioni e a documentare il progetto in modo che sia trasferibile in altri territori e rappresenti un nuovo modo di approccio critico e creativo alla città da parte dei suoi abitanti.

Condividi su: