I nostri progetti con le scuole medie e medie superiori nascono da un percorso ventennale di esperienza di teatro nelle scuole. Il laboratorio teatrale dedicato agli adolescenti e ai giovani artisti è uno spazio di sperimentazione permanente e di formazione alle arti sceniche, un percorso di ricerca attraverso il teatro, la visual art, le arti performative, la danza contemporanea, la produzione di spettacoli, la video creazione, con l’obiettivo di stimolare nei ragazzi una più alta consapevolezza di sé, del proprio corpo, del proprio potenziale vitale e creativo.
Il laboratorio è studiato per dare voce ai ragazzi e ai loro vissuti, per creare momenti veri di incontro e confronto, per educare con divertimento all’importanza della comunicazione e dell’auto-narrazione. Per proporre poi, con uno spettacolo finale, un nuovo dialogo tra gruppi di pari.

Scuole e istituti coinvolti:

  • Scuole Medie G. Galilei, Cecina;
  • ITIS Marco Polo – Cattaneo, Cecina;
  • Liceo Scientifico E. Fermi, Cecina;
  • ITIS E. Mattei Rosignano Solvay.

Attività proposte:

Training e giochi teatrali, emozionalità, tecniche di recitazione, scrittura creativa, video- creazione, visite e laboratori a teatro, creazione di performance e spettacoli, laboratori, sessioni di improvvisazione, corsi intensivi, creazione di video e materiale fotografico per documentare il processo.

Obiettivi:

  1. Porre una base importante per contrastare la dispersione scolastica, facendo vivere la scuola come ambiente piacevole e rassicurante e come contenitore di fiducia e benessere psico-fisico. La scuola cambia volto e immagine: diventa luogo di incontro e socializzazione, laboratorio creativo e ricreativo, punto di riferimento in un’età di trasformazione.
  2. Portare gli studenti degli Istituti Superiori a lavorare alla creazione di uno spettacolo, che parli di loro, del loro mondo talvolta silenzioso e nascosto, delle loro paure e dubbi, dei loro desideri e sogni, che sia, davvero, il frutto della creatività e dei nuovi linguaggi giovanili.
    Uno spettacolo e che sia soprattutto rivolto ad un pubblico di adolescenti con cui confrontarsi attraverso una comunicazione emozionale semplice e condivisa.
  3. Promuovere esperienze teatrali e interartistiche tra gruppi di studenti di territori diversi attraverso l’ideazione di
    co-produzioni, piccoli festival, eventi comuni.
  4. Attivare un servizio che metta al centro l’adolescente riconoscendolo nel suo diritto di esprimersi in una comunità che può accoglierlo e sostenerlo.
  5. Aprire la scuola al territorio e alle sue opportunità attraverso quelle modalità comunicative e di incontro che il teatro favorisce e promuove.
  6. Offrire ai ragazzi l’opportunità di conoscere un genere di arte teatrale che può diventare settore formativo di approfondimento e nuovo bacino di impiego.