Teatro nelle scuole

 

Dal 1995 Artimbanco propone progetti multidisciplinari di teatro e arte in tutte le scuole del territorio (scuole dell’infanzia, scuole elementari, scuole medie, istituti superiori), progetti di formazione insegnanti, spettacoli e produzioni di teatro ragazzi. Partecipa a concorsi nazionali e festival internazionali di teatro insieme agli studenti coinvolti. Artimbanco progetta insieme agli insegnanti percorsi specifici legati alle esigenze e ai desideri dei ragazzi e delle ragazze e agli obiettivi didattici delle varie scuole.

Artimbanco partecipa alle rassegne di teatro scuola. Negli ultimi anni ha partecipato a: Premio Gaber per le nuove generazioni (Gr), Festival di teatro classico di Altamura, Puglia, Festival delle scuole Bologna, Rassegna Bagni di Lucca, Roma Liceo Scientifico Seneca. 

 

primi passi

Liceo Fermi- una lunga storia

Oltre alle attività di laboratorio teatrale, Artimbanco ha prodotto, insieme al Liceo Fermi, spettacoli e reading per il Premio scientifico Città di Cecina, una riflessione teatrale sul connubio arte e scienza.

Tra gli spettacoli più significativi, ricordiamo: “Copenaghen” da un testo di Michael Frayn, regia di Marco Leone con Marco Leone, Carlo Rotelli, Angela Gherardi (2012); ” Prodigi” di Oliver Sacks a cura di Carlo Rotelli (2011); “Faust” di Goethe a cura di Marco Leone e Carlo Rotelli (2009).

Filosofia di intervento

Il teatro educativo è uno strumento prezioso e innovativo sia sul piano pedagogico che su quello artistico e sociale. Il binomio Teatro e Educazione considera le arti espressive come una particolare forma di linguaggio, un dialogo sempre vivo e originale che vuole contrastare i processi di omologazione caratteristici del nostro tempo. Il teatro può essere inteso come via di libertà, come occasione per esprimere liberamente idee, progetti, visioni, sogni insieme ad altri. L’attività teatrale può diventare fonte di divertimento e creatività, mezzo efficace di manifestazione umana e sociale, base per un diverso modo di fare educazione fondato sul rispetto delle differenze e sulla scoperta/accettazione del proprio stile comunicativo.

I laboratori realizzati in questa prospettiva cercheranno di coniugare una ricerca artistica contemporanea ed approfondita con le necessità e i desideri dei partecipanti. Questo tipo di attività si fonda sul processo di riscoperta della persona, ponendola al centro dell’azione educativa e dandole l’opportunità di raccontarsi attraverso le poetiche più diverse. Partendo dalla creazione di un clima di fiducia e di dialogo, il laboratorio teatrale diventa un ambiente di scambio e di comprensione all’interno del quale integrare le specifiche richieste delle strutture scolastiche, degli insegnanti e degli operatori, con le emergenti richieste dei partecipanti e i desideri da loro espressi.

Non vengono proposti progetti cosiddetti standard ma percorsi specifici voluti e pensati insieme alle scuole coinvolte.

Il teatro con le persone: per incontrarsi, per stare insieme, per fare amicizia, per stare bene, per fare festa. Il teatro è il luogo dell’ incontro e della relazione con sé e con gli altri attraverso il corpo, la mimica, i gesti, le emozioni. Le relazioni crescono all’interno di un processo creativo di gruppo; il gruppo diventa così un luogo sempre in movimento e in trasformazione, un’opportunità per creare benessere individuale e collettivo, per fare esperienza di solidarietà reciproca e di responsabilità.

Attraverso gli strumenti che il teatro offre, viene privilegiato il lavoro di espressività corporea e di elaborazione creativa che lascia spazio alla fantasia e alla partecipazione dei ragazzi. I partecipanti sono guidati verso forme di lavoro di tipo collaborativo che sfociano nella creazione collettiva.

Proposte progettuali

Laboratorio di recitazione

Laboratorio di emozionalità

Laboratorio teatrale sull’intercultura e l’integrazione

Laboratorio di formazione insegnanti – didattica teatrale

Produzione di spettacoli di teatro ragazzi

Nuovo progetto di haiku/ poesia e teatro

Negli ultimi anni, Artimbanco ha prodotto, nel campo teatro-ragazzi e teatro- giovani, i seguenti spettacoli:

1) “Ero emigrante e non lo sapevo” a cura di Luigi Prota, con Luigi Prota, Sveva Prota, Daniela Giandolfi. Lo spettacolo nasce dalla vicenda personale e autobiografica del regista e della figlia, entrambi sulla scena, che affronta il tema dell’immigrazione, dell’integrazione, del razzismo, dell’accoglienza, dei pregiudizi. E’ uno spettacolo commovente ed educativo rivolto ai bambini delle ultime classi delle scuole elementari e alle scuole medie. Ha debuttato nel 2014, al teatro di Vada, ed ha ottenuto un grande successo in un pubblico di bambini e insegnanti.

2) “Anita e la mosca” produzione La città del Teatro Cascina PI, ARTIMBANCO Cecina

Produzioni 2014: “TRE” progetto di Officine Dioniso- teatro giovani Sinossi: Essere piccoli, essere fragili, essere montagna. Essere lì da milioni di anni, essere dimenticati. Essere lì davanti a voi nudi, fatti come siam.

Produzioni 2013: “Opus aureum- trilogia della fame, della sete e dell’oro” a cura del gruppo Officine Dioniso, liberamente ispirato dalle vicende de “Il mago di Oz” di L. Frank. Baum

Produzioni 2012: “Romeo e Giulietta- segni di un amore romantico” opera originale autobiografica a cura del gruppo Officine Dioniso

Produzione 2011: Lo spettacolo è stato prodotto all’interno del laboratorio Teatrale Officine Dioniso “REQUIEM – il silenzio delle scimmie”

Produzione 2010/2009: Spettacolo Teatro Ragazzi a cura di Artimbanco Titolo dello spettacolo “Liberi di”Lo spettacolo è ispirato al futurismo e alle avanguardie artistiche, prevede momenti di interazione con il pubblico dei bambini che diventano protagonisti della creazione. La sua realizzazione e la sua messa in scena è stata seguita al Teatro Artimbanco; classi partecipanti: IIB Collodi, VB Marconi (insieme ai genitori), VA e VB Collodi, Aula Verde e Aula Arancione Aquilone; “Il pifferaio di Hamelin- ovvero il ballo di san vito” Liberamente tratto da Il Pifferaio Magico Compagnia Artimbanco, drammaturgia e regia Marco Leone, interpreti Andrea Kaemmerle, Francesca Palla, Lapo Marliani una produzione: Artimbanco, Armunia, Provincia di Livorno – Sipario Aperto, Regione Toscana – Teatri Insieme

Per programmare insieme contattare: 348.6051639