Inizia il Festival “Scenari di quartiere – teatri al calasole” organizzato dalla Fondazione Teatro Goldoni e diretto da Fabrizio Brandi, un festival che porta il teatro e la narrazione nelle piazze e nei luoghi non convenzionali della città di Livorno.

Di seguito il programma degli spettacoli:

  • Venerdì 8 settembre, ore 19 – Ovosodo, Piazza Cavallotti, Simone Crisiticchi in “LI ROMANI IN RUSSIA”, regia di Alessandro Benvenuti.
    Tratto dall’omonimo poema in versi di Elia Marcelli, il monologo racconta l’orrore della guerra attraverso la voce di chi l’ha vissuta in prima persona.
  • Sabato 9 settembre, ore 19 – Pontino, Fortezza Nuova (Falsa Braga), Alessio Cespuglio in “FANGO ROSSO”, in collaborazione con Festival Montagne Racconta.
    Nella Livorno del 1943 in un tardo pomeriggio di Novembre viene ucciso un uomo. Nella città distrutta dalle bomba, tra i tedeschi, la fame e la paura si indagherà su questo omicidio rimasto taciuto per anni.
  • Domenica 10 settembre, ore 19 – Corea, cortile Via Agnoletti, Luigi d’Elia in “CAMMELLI A BARBIANA, DON LORENZO MILANI E LA SUA SCUOLA”, regia di Fabrizio Saccomanno.
    La storia di Don Lorenzo Milani, prete, maestro e uomo: il racconto di una scuola nei boschi, dove si fa lezione tra i prati e lungo i fiumi, senza lavagna, senza boschi, senza primo della classe e sopratutto senza somari e bocciati.
  • Mercoledì 13 settembre, ore 19 – San Jacopo, Via Malta, Claudio Marmugi in “MASSISCHERMO”, regia di C. Marmugi e Vito Manfrè.
    Nove personaggi toscani per raccontare in chiave umoristica la crisi storica dei valori della sinistra (dai partigiani al “renzismo”), attraverso la metafora umoristica di una ipotetica Festa dell’Unità di Livorno del 2006.
  • Giovedì 14 settembre, ore 19 – Porto Mediceo, Andiana degli Anelli, Michele Crestacci in “SULL’OCEANO”, regia di Alessandro Brucioni
    Storia ambientata in un piroscafo di 1600 persone, in una terza classe stivata di emigranti che cerca di attraversare l’equatore per sbarcare nel nuovo mondo.
  • Venerdì 15 settembre, ore 19 – Stazione, cortile via Badaloni angolo via Pannocchia, Elisabetta Salvatori in “NON C’E’ MAI SILENZIO, LA STRAGE DELLA STAZIONE DI VIAREGGIO”, produzione Final Crew On Stage
    La denuncia della strage di Viareggio: il racconto della strada prima dell’incendio, della sua storia e delle persone che ci vivevano.
  • Sabato 16 settembre, ore 19 – Antignano, Piazza del Castello, Peppe Fonzo in “FOSCO (STORIA DE NU MATTO), produzione Magnifico Visbaal Teatro.
    Un attore e un musicista in scena accompagnano lo spettatore in un percorso che rievoca la realtà dei paesi di Provincia, che odorano di cenere, di pietra, di terra, di sale e fatica.
  • Martedì 19 settembre, ore 19 – San Marco, Ex Caserma La Marmora, Stefano Filippi in “CANTICO DEL MOVIMENTO, STORIA DEL MOVIMENTO OPERAIO IN 16 QUADRI E VOCE”, scenografie di Emidio Bosco.
    Il racconto della storia del movimento operaio sulla falsariga dei modi e dei gesti degli antichi cantastorie con tanto di bacchetta e tavolo di bacchetta.
  • Mercoledì 20 settembre, ore 19 – La Guglia, Piazza della Barriera Garibaldi, Fabrizio Brandi in “CI VUOLE FEGATO”, regia di F. Brandi e Francesco Niccolini.
    I destini di due fratelli che nel tempo si incontrano e si allontanano; un racconto struggente ed ironico, che tratteggia la complessità degli affetti familiari.

Per tutte le informazioni: www.goldoniteatro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *